Una sensibile misantropa

di Yvon | 18 dicembre 2014
Mi accingo a scrivere brevi, si spera, articoli di società; riflessioni, pensieri, insulti e rimproveri che alle volte attraversano la mia piccola mente contorta. Spero di non risultare noiosa e banale ai più.

Tu che hai tanto da criticare: vivi e lascia vivere!

Quante volte ci siamo sentiti criticare per delle scelte che abbiamo compiuto? ... e facendoci un esame di coscienza, quante volte ci siamo trovati dall'altra parte, quante volte abbiamo puntato il dito a destra e a a manca pronunciando ignobili sentenze?

Capita a tutti purtroppo.

Percorrendo rapidamente una sfilza di luoghi comuni, succede al "palestrato" di turno, che si offende quando gli danno del fanatico, quando lo accusano di prendere troppi integratori alimentari o, alle volte, di assumere steroidi.
Non è forse lui il primo a deridere il secco di turno convinto di ottenere la tartaruga in una settimana di palestra o la ragazza grassa convinta di poter dimagrire facendo zumba?

Succede alla vegana animalista, criticata dai famigliari amanti di salumi e formaggi che le dicono:  << così morirai di fame >>.
Purtroppo anche la vegana critica a sua volta coloro che assumo proteine di origine animale, vegetariani compresi, lanciando loro un acido , "ne riparleremo quando morirai di infarto".

Capita alla studentessa universitaria modello che si lamenta di come alcuni compagni riescano a ingannare l'università nascondendo parte del patrimonio famigliare e riuscendo così a pagare una retta più bassa del dovuto. Questa ragazza comunque è la stessa che passa ore e ore a studiare su libri fotocopiati integralmente e, ahimè, illegalmente.

Potrei andare avanti per giorni, ma preferisco evitare. 

"Scagli la prima pietra chi è senza peccato".
Se ciascuno di noi fosse coerente e totalmente sincero con se stesso, non volerebbero critiche.
Sfortunatamente nessuno di noi lo è e quest'orda di giudizi che ci scambiamo non fà altro che ucciderci piano piano, come una lapidazione, rendendoci sempre più cattivi. 



Commenta la notizia