Un esempio di TALENTO e CREATIVITA' nel lavoro manuale

di Pink | 10 marzo 2014
Ieri impiegata in un'azienda per anni, oggi non avendo più il lavoro, per via della crisi, si è inventata un'attività, seguendo la propria innata creatività un TALENTO.

Alle volte bisogna riscoprire il proprio talento perchè quello non è imitabile

Oggi siamo in un momento difficile, è vero. C'è chi aveva un bel lavoro e ben remunerato e oggi a causa della crisi lo perde. Chi invece lo cerca e non lo trova. Addirittura un neolaureato su quattro non riesce a collocarsi. La disoccupazione generale in Italia è al 12,6%, la disoccupazione giovanile è al 42,4%. Non è più il mondo di pochi anni fà. Un lavoro oggi da impiegata non è detto che duri per sempre e allora cosa bisogna fare ? Si può aspettare un lavoro che non c'è e disperarsi perchè non si hanno i soldi per fare la spesa e pagare le bollette e ancora peggio il mutuo o l'affitto ? Certo non è facile reinventarsi un lavoro, quando per più di venti anni se ne è fatto uno e magari sempre nella stessa azienda. Bisogna però reagire e trovare una soluzione. Non demoralizzarsi ed aguzzare l'ingegno. Si può partire dai propri talenti, e dalla propria creatività.
Così ha fatto Anna che abita in Brianza e ha perso il lavoro per la crisi deve reinventarsene un'altro. A lei è sempre piaciuto fare le collane, da ragazzina le faceva per gioco insieme alle sue amichette, con materiali poveri: la corda, lo spago, il cotone. La Mamma e la Nonna le avevano insegnato a lavorare l'uncinetto, e poi lo ha fatto anche a scuola, c'era la così detta materia: applicazioni tecniche alle scuole medie che alle ragazzine si insegnava cucito, lavori a maglia e all'uncinetto, e ai maschietti s'insegnava lavorare con il legno, piccoli lavoretti elettrici e meccanici, oggi di tutto questo a scuola non t'insegna nulla nessuno. Anna allora ha ritirato fuori i ferretti da uncinetto di quando era ragazzina, e a cercato nei cassetti spago, corda e cotone, e con quello che ha trovato ha provato a rimmettersi  a fare delle collane, e delle borse. Ha chiamato alcune sue amiche e qualche parente e ha fatto vedere i suoi lavori che sono piaciuti molto e le hanno fatto i complimenti e le hanno comprato tutte le collane e le borse. Anna ha ricominciato a fare collane e borse per gioco, e ora si ritrova ad avere un nuovo lavoro esprimendo la propria creatività e il proprio talento. Anna è un esempio da imitare!!! Qui ci sono delle foto di alcune sue creazioni, che ognuna è unica e speciale perchè sono tutte fatte a mano. se vi piaciono potete contattarla direttamente alla sua e-mail e mettervi d'accordo come amiche a trovarvi per vedere e toccare con mano i suoi lavori: collane e borse. Coraggio Anna avanti così!!! Chissà che un giorno sentiremo parlare di te come grande stilista della bigiotteria in corda, spago e cotone e la borsetteria all'uncinetto, chissà un giorno forse ... ma a volte basta poco, il passa parola, tramite amicizie o conoscenti, bisogna darsi da fare e lavorare sodo, ma le soddisfazioni sono molte quando un oggeto è fiito ed è fatto con le tue mani, piace  e te lo comprano. Una bella soddisfazione. Anna dice: << Realizzo a mano collane in corda, spago e cotone e borse lavorate all'uncinetto anche con inserti in tulle!!!
Mi diverto e mi sento realizzata, perchè anche se è un lavoro manuale, creo ogni volta un pezzo unico e artistico e quasi, quasi quando poi lo vendo mi dispiace perchè non lo rivedrò più e quindi mi rimetto a fare u altro oggetto diverso e più bello e subito mi passa, e sono sempre più felice, di creare sempre oggetti nuovi, diversi e sempre più originali.>> Bene bene, molto bene Anna, in bocca al lupo per la tua nuova attività!!!
Se volete contattare Anna per vedere tutti i suoi lavori, o ordinare dei lavori su richiesta, scrivetele a: annalauraranuncolo@libero.it

Commenta la notizia